Sfogliare la storia insieme a chi l’ha vissuta. Come la fotografia stampata può approfondire la nostra essenza

Negli anni ‘50 i nostri genitori erano giovanissimi, i nostri nonni erano sopravvissuti a fame e bombardamenti e, prendendo l’Italia per mano, la traghettarono verso l’epoca che viviamo oggi. Affrontarono gli sforzi necessari con la loro tenacia e il loro senso di comunità, con sacrificio e speranza, facendo del poco che avevano i tesori da cui ricostruire l’Italia che ci avrebbero poi donato.

In questo modo, in seguito resero possibile il lungo periodo di benessere e consumismo in cui siamo cresciuti; permisero all’Italia di fare un netto balzo in avanti per passare dalle macerie e dalla crisi del dopo-guerra alla ribalta mondiale. Sia per le sue idee vincenti in economia, sia per lo sviluppo di nuove tecnologie.

Questo è ciò che si rivive sfogliando il libro “Gli anni della Dolce Vita ”,custodito nella libreria fotografica di Big Foto, a Taranto. Lo ho sfogliato pochi giorni insieme a Nicola Russo che, osservandolo con commozione, esprimeva il suo malinconico stupore per la nostra gente di allora e per i grandi maestri della fotografia che ne hanno immortalato l’anima, il corpo e gli scenari in cui agivano.


Gli anni della Dolce Vita – Tendenze della fotografia Italiana
A cura della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche

Gli anni della Dolce Vita – Tendenze della fotografia Italiana
è ora in offerta a 39 euro anziché 48. Prenota subito la tua copia!


Ho mostrato questo libro a mio padre, classe 1935, ed è stato meraviglioso vedere i suoi occhi tornare quelli di un bambino e poi di un giovane adulto che ha intensamente vissuto le gioie, i sacrifici, i successi e i dolori di quegli anni di intensi cambiamenti sociali, umani ed economici. I nostri monumentali anziani hanno ancora tanto da trasmetterci.

Noi lo saremo altrettanto per le generazioni future?

Oggi il digitale ha reso molte cose più semplici e veloci, da circa dieci anni scivoliamo rapidamente su cose, persone, eventi, soffermandoci molto meno sulla loro essenza e sui loro veri significati.

Questo libro ci mostra l’importanza della fotografia stampata e rilegata, di come in questo modo diventi la nostra storia da sfogliare, di come ci lascia immergere in ciò che siamo stati davvero nel tempo, e di come possiamo parlarne ad altri.

Uno dei compiti della fotografia è raccontare l’oggi, che diventerà poi ieri e quindi storia. La fotografia va vista in cartaceo. La fotografia va conservata su carta. Le fotografie a cui siamo più legati vanno stampate e conservate in volumi: sono la nostra memoria e dobbiamo renderla disponibile ai nostri figli e a chi verrà. Del digitale non resterà nulla.

Ce lo conferma uno dei pezzi grossi del mondo digitale di oggi, l’ex-vicepresidente di Google, considerato uno dei padri di internet.

Via via che i sistemi operativi e i software vengono aggiornati, i documenti e le immagini salvate con le vecchie tecnologie digitali diventano sempre più inaccessibili. Nei secoli che verranno, gli storici che si troveranno a guardare indietro alla nostra era potrebbero trovarsi davanti a un “deserto digitale” paragonabile al Medioevo, un’epoca di cui sappiamo relativamente poco a causa della scarsità di documenti scritti. Se tenete a una foto, stampatela.

Vinton “Vint” Cerf

I grandi maestri presenti in questo libro ci fanno capire che non si scattano foto solo per mostrare sé stessi o le proprie bravure: la vera fotografia coglie i messaggi profondi da condividere nel presente e trasmettere nel futuro, di qualunque stile sia la foto porta con sé una traccia dell’Umanità, un frammento di pensiero o di realtà.

Gli occhi di mio padre mentre si immerge nel suo passato e me lo trasferisce, sono entrati per sempre nella mia storia, grazie ad una fotografia che stamperò.

Gino Tafuto


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...